4 argomenti a sfavore del boccione d’acqua in ufficio

boccione-acqua

A casa, in ufficio, nelle palestre, nelle aule studio e in molte altre attività aperte al pubblico disporre di un quantitativo adeguato di acqua potabile è fondamentale. Il boccione d’acqua era una volta la scelta più naturale, oggi abbandonata a favore di soluzioni più sostenibili, pratiche ed economiche, come i dispenser d’acqua collegati alla rete idrica.

A differenza dei boccioni dell’acqua, infatti, gli erogatori che purificano l’acqua di acquedotto, non inquinano. Offrono inoltre un’acqua più sicura perché erogata al momento e sottoposta non solo ai controlli delle autorità sanitarie, ma anche alla microfiltrazione e, nel caso degli erogatori ACQUALYS, all’irraggiamento con luce UV.

Depuratore d’acqua o erogatore d’acqua a boccione?

I punti a sfavore del boccione d’acqua sono diversi e riguardano 4 argomenti fondamentali: sicurezza, sostenibilità, praticità e convenienza economica.

Sicurezza

Come succede per l’acqua contenuta nelle bottiglie di plastica, anche nel caso del boccione sussistono alcuni rischi per la salute, a causa dell’involucro in PET che, ove non adeguatamente conservato e trasportato, può rilasciare nel liquido microplastiche e sostanze nocive, addirittura cancerogene.

Purtroppo anche se è possibile controllare lo stato di conservazione del boccione dell’acqua dal momento in cui entra in nostro possesso, non possiamo sapere cosa è accaduto nel suo viaggio fino a noi.

Proprio il trasporto su strada e la distribuzione dei boccioni d’acqua introducono il secondo punto.

Sostenibilità

Il boccione d’acqua non inquina soltanto perché è fatto con la plastica, ma anche perché sceglierlo contribuisce all’aumento di produzione di CO2, sia a livello di costruzione dell’involucro che per quanto attiene il trasporto dei boccioni d’acqua sulla rete stradale.

Praticità

Il peso di un boccione d’acqua è pari a circa 20 kg, che devono essere trasportati dal locale di stoccaggio alla colonnina, sollevati e montati sulla stessa. Non è un’operazione alla portata di tutti e, se delegata ad un addetto, comporta l’ingresso di un estraneo in ufficio, non sempre gradito e conveniente.

I boccioni vanno inoltre conservati in un locale idoneo, che deve essere occupato esclusivamente a tale scopo, nel quale va garantita igiene massima e un microclima ideale.

Convenienza economica 

Il dispenser a rete idrica costa di più? Vi preoccupano i costi di gestione e sostituzione dei filtri? In realtà questa è una leggenda popolare: noleggiando i distributori ACQUALYS pagherete soltanto un canone mensile fisso, che include la manutenzione, senza nessun picco di spesa stagionale.

Questo significa anche che più si beve più si risparmia, mentre invece il sistema a boccioni ha un costo non prevedibile perché aumenta o diminuisce a seconda della domanda d’acqua, la quale a sua volta varia a seconda delle stagioni.

Vi piacerebbe saperne di più? Contattate i nostri consulenti.

Dispenser, Distributori e Erogatori d’acqua a rete idrica | ACQUALYS