I PURIFICATORI D’ACQUA ACQUALYS SONO IDONEI A FRUIRE DEL CREDITO D’IMPOSTA PARI AL 50% (LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178).

Dispenser d’acqua in ufficio: migliora l’umore e la produttività

Dispenser e Erogatori d'acqua Acqualys

La maggior parte delle persone passa otto ore o più in ufficio, al giorno. Un ambiente lavorativo adeguato è dunque essenziale per garantirne la produttività. Studi dimostrano che spazi adeguati e funzionali aumentano concentrazione, produttività e creatività, la qualità dei rapporti tra le persone e, in generale, un senso di benessere che va al di là della sfera professionale. Tutto questo si può ottenere anche attraverso piccole azioni quotidiane, come quella di riunirsi per una pausa intorno all’erogatore d’acqua dell’ufficio.

Le aspettative di chi condivide spazi lavorativi si spostano infatti sempre più verso la creazione di relazioni interpersonali positive tra colleghi. Condividere valori comuni con chi ci circonda aiuta a promuovere un senso di appartenenza e di condivisione degli obiettivi, che stimola ulteriormente il coinvolgimento nel successo dell’impresa.

Il risultato? Imprese con persone più felici che lavorano in modo più efficiente, il che conduce a migliori performance e ad una maggiore crescita economica. Inoltre, in questo modo vengono evitati i problemi che sorgono quando i rapporti tra colleghi non sono buoni: negatività, bassa produttività, critiche nei confronti di colleghi ecc.
Incoraggiare l’adozione di una mentalità collaborativa porta i lavoratori a avere meno preoccupazioni di commettere errori, ad acquisire più fiducia e maggiori responsabilità nell’intraprendere compiti complessi.

I quattro passi verso la felicità…

1. Iniziare ogni giorno con una nota positiva
Le ricerche in merito affermano che possiamo influenzare intenzionalmente il nostro umore dal modo in cui iniziamo le nostre giornate, gettando così le basi per un atteggiamento positivo.

2. Non smettere mai di imparare
L’apprendimento ha un impatto positivo sul nostro benessere sociale e professionale e, con una così vasta possibilità di accesso a conoscenze e informazioni, non è mai stato così facile migliorare le nostre competenze.

3. Investire nelle relazioni interpersonali
La creazione di una rete di relazioni interpersonali è un passo fondamentale verso la felicità. Poiché siamo esseri sociali, il posto di lavoro, da semplice luogo professionale, si è trasformato in una vera e propria comunità relazionale.

4. Coltivare la gratitudine
È possibile avere un profondo impatto sul modo in cui funziona il nostro cervello migliorando la qualità dei rapporti con chi ci circonda. Mettete in pratica questo comportamento elencando ogni mattina tre cose per le quali essere grati alla vita e agli altri.

Scoprire la felicità

Non è più necessario separare il benessere delle persone dalla loro sfera lavorativa. È fondamentale che i leader comprendano che un ambiente di lavoro positivo conduce a risultati migliori. Impariamo a considerare la felicità più come un’attitudine che come una semplice emozione, cercando di introdurre atteggiamenti positivi nella nostra routine quotidiana. In azienda, un primo passo in questa direzione può essere quello di installare un erogatore d’acqua per l’ufficio per mantenere le persone idratate e in salute.
Impegnatevi attivamente a rendervi ogni giorno più felici. Risulterà vantaggioso tanto per voi quanto per quelli che vi sorridono intorno.